Guarda il filmato
DESTINATION DI ECCELLENZA PER I KNOWLEGDE WORKERS

Segreen Business Park, il miglior progetto di riqualificazione sostenibile vincitore del premio ReBuild 2013, è concepita secondo i più elevati standard internazionali e frutto di un’analisi delle più avanzate modalità di lavoro contemporanee. 

Un complesso di tre edifici principali (per circa 30.000 mq di spazio per uffici) in dialogo tra loro con collegamenti trasparenti e permeabili che sta riscuotendo grande successo e che oggi accoglie aziende del calibro di Brother, Lenovo, Triumph, Covidien, Symantec, Heinz, Buhler. 

Una piazza pedonale vivibile 24 ore al giorno come luogo d’incontro, interazione, svago. Un edificio “5 Star Services” dedicato alla ristorazione e ai servizi alle persone (2272 mq). Una dotazione di parcheggi per 656 posti auto, 21 motocicli, 62 biciclette. 

Segreen Business Park ha ottenuto la Certificazione CENED e la Certificazione LEED. In particolare è stato precertificato “Gold” secondo il protocollo ambientale “LEED Core & Shell” e mira ad ottenere il livello di certificazione superiore “Platinum”. Le ombre generate, i sistemi di schermatura, l’involucro edilizio, le tipologie impiantistiche, la gestione ed il recupero delle risorse idriche, la scelta dei materiali: tutto è stato fatto pensando alla salvaguardia ed al rispetto dell’ambiente. Ma quali le azioni concrete in favore di uno sviluppo sostenibile?

Costruire meno grazie al riuso dell’edificio esistente (ex area 3M) e grazie ad un disegno degli uffici che garantisce una maggiore efficienza e quindi la possibilità di accogliere più posti di lavoro a parità di metri quadri. Consumare meno acqua, grazie all’utilizzo dell’acqua di falda ed al suo uso per l’irrigazione e per l’alimentazione degli scarichi prima della re-immissione in falda. Consumare meno energia, grazie all’utilizzo di sistemi innovativi e grazie ad un disegno spaziale degli uffici che garantisce molta più luce naturale. Consumare meno risorse, grazie al grande apporto di materiali riciclati.

A tutto questo possiamo aggiungere il miglioramento della qualità del luogo, la creazione di una piazza urbana, le grandi vetrate, l’uso di materiali naturali come pietra e legno, la cura del verde.

Un modello di best practice per tutti gli sviluppatori ed i tenant interessati a valorizzare il proprio patrimonio immobiliare.

Dettagli tecnici (PDF 2Mb)